Teatro (15)

WEST di FANNY & ALEXANDER

WEST di FANNY & ALEXANDER

“West” è l’estremo dei punti cardinali della storia del Mago di Oz. Lo spettatore sarà “imprigionato” assieme a Dorothy da una strana forma di incantesimo, una trappola del linguaggio capace di sospendere a tratti la facoltà di esprimere un giudizio, la possibilità di compiere delle scelte, dire sì o no alle cose che saranno proposte.

MACADAMIA NUT BRITTLE di RICCI/FORTE

MACADAMIA NUT BRITTLE di RICCI/FORTE

Non sappiamo quale sia la verità… l’importante è che l’ambiguità sia chiara. Per questo, nell’epoca delle passioni precotte, dei sentimenti in doppiopetto di grisaglia ci siamo saziati alla tavola di Dennis Cooper, alla scabra poesia di cui è imbandito il suo universo letterario. Abbiamo tentato di raccontare, con mozartiana impudenza, una fi aba crudele sull’adolescenza.

BREVIARIO DEL CAOS di HYPOKRITÈS TEATRO STUDIO

BREVIARIO DEL CAOS di HYPOKRITÈS TEATRO STUDIO

Durante la lettura di Breviario del caos ho soprattutto visto. Morti viventi, nudi, dementi e alienati. Il fluire del sangue, i moti spermatici, la genesi delle cellule, a dispetto di una fissità dell’umano, della funzione razionale, volitiva e pensante che realizzava un tempo l’entelechía, il compimento dell’essenza umana e quindi la sua eudaimonía.

Sottoscrivi questo feed RSS

cittadisolofra h100
accademia di teatro
hypokrytes h50