INTRODUZIONE DEL DIRETTORE ARTISTICO ENZO MARANGELO

Il teatro è Sentire, non necessariamente capire. Non accomoda, indaga. Svela. Rivela. Accade. Non abita la scena: anima uno spazio ideologico.

Il teatro è Sentire, non necessariamente capire. Non accomoda, indaga. Svela. Rivela. Accade. Non abita la scena: anima uno spazio ideologico. Sviscera l’istinto primordiale dell’animale-uomo. Partorisce un feto creativo di carne e sangue. Offre sacrifi ci carnali in verità corporali. Galoppa centauri fecondi d’analisi critiche. Riconsidera l’oggi, forse ipotizza il domani. Ricerca linguaggi. Pone domande. Sperimenta idee. Nutre pensieri. Nell’asfittica rappresentazione della scena quotidiana, m’interessa suggerire, come curatore della sezione Teatro di L U S T R I, dei lavori artistici che riconducano al vero, che mettano al centro dell’essere umano la sua verità interiore. La varietà dei linguaggi teatrali inseriti nella stagione perlustrano la metamorfosi artistica vissuta da Hypokritès Teatro Studio nei suoi primi venticinque anni. Un’ellissi empirica di brillanti penombre. Mi auguro di scoprire insieme a voi dov’è il teatro oggi.

Enzo Marangelo

cittadisolofra h100
accademia di teatro
hypokrytes h50