CON MIO PADRE - IL CINEMA A SOLOFRA (1927-2002) - Aniello Osvaldo De Stefano In evidenza

Mercoledì 19 aprile 2017, ore 20.00 Letteratura

Introduzione a tre
Abbiamo conosciuto tutti e tre nonno Giordano, chi più chi meno, ma tutti ne abbiamo un ricordo che non si cancellerà. Lo ricordiamo già appesantito dagli anni, col suo passo lento, gli occhiali spessi, soprattutto seduto sulla sua poltrona di pelle verde. Era un vero patriarca, capo indiscusso e punto di riferimento per tutti e lui copriva quel ruolo silenzioso, fatto di saggezza e di abitudine.
Il nonno era molto legato al cinema, sembravamo una sola cosa, lui ne aveva la gestione, a lui facevano capo gli zii e le zie, a lui era diretta la venerazione di nostro padre quando si parlava di questa sua realizzazione. Una presenza costante ma discreta, palesemente serena, come di chi ha raggiunto una meta e gusta il meritato riposo
Pensavamo di sapere tutto di lui, invece ci siamo accorti che tante cose ci mancavano. Per esempio niente sapevamo della lunga e appassionante storia della sua idea, “del suo sogno” – dice nostro padre in questa testimonianza – di fare qualcosa per il suo paese, il nostro. Non si contentò di partecipare alla vita normale, quella di ogni cittadino e padre di famiglia col suo duro lavoro, come tanti, ma volle fare di più con quel suo progetto di realizzare un cinema, di vedere agire il nuovo straordinario mezzo di comunicazione, che si stava affermando in cui vedeva un valido aiuto per maturare e crescere attraverso un’esperienza significativa.
Certamente la sua era un’idea coraggiosa ed ancora più coraggioso fu il fatto che non si sia demoralizzato dinanzi alle iniziali gravi difficoltà, che non furono di poco conto. Aveva la tenacia del giovane maturato nell’esperienza dell’emigrazione in Argentina, la determinatezza del solofrano che si è formato nei secoli sulle difficili vie dell’artigianato e della mercatura, la robustezza di chi forgiava il ferro nell’officina paterna
Abbiamo anche scoperto il nostro paese nei primi decenni del Novecento. Infatti il racconto del cinema solofrano si è riempito di personaggi, di episodi, di eventi che ci hanno disegnato un’epoca e una Solofra che non immaginavamo.
Nostro nonno potette provare la gioia di avere un cinema che portava il suo nome, il nome di battesimo , avere la soddisfazione di proiettare i film ed accogliere un pubblico, certamente divenuto più esigente, in un luogo degno, soprattutto appropriato.
Ci ha fatto piacere, di questo ringraziamo, che nostro padre abbia raccontato questa storia che per lungo tratto è anche la storia della sua vita, una storia nella quale si rispecchia il nostro paese a cui rimaniamo legati e che abbiamo come importante punto di riferimento anche se la vita ci ha portato lontano.

Giordano, Giangabriele, Wanda

 

61Aniello Osvaldo De Stefano , ingegnere, è stato Presidente dei Giovani di Azione Cattolica negli anni 1950-1960 sotto la guida spirituale di mons. Mariano Vigorita.  Docente, fondatore e responsabile dell’ITIS Conciario di Solofra dall’origine al 1983, è molto legato alla sua Città, Solofra, per la quale ha progettato, tra l’altro, la moderna Scuola Media di Starza, la Biblioteca Comunale, il risanamento del Vallone Cantarelle recuperato a parco pubblico, il fabbricato del Credito Commerciale Tirreno, il Cinema Giordano. È stato ingegnere capo della Comunità Montana Valle dell’Irno dal 1979 al 1995 e Presidente del Sindacato Ingegneri Liberi Professionisti di Avellino.
L’ing. De Stefano è ricordato come responsabile della pubblica e privata incolumità nell’immediato dopo sisma del 1980, insieme all’ing. Antonio Giliberti entrambi della scuola del ch.mo prof. ing. Aurelio Giliberti.
Fondatore e Presidente dell’Accademia Solofra, Presidente del Lions Club Solofra Due Principati (1995-1996). Ha voluto, sponsorizzato e collaborato a tutte le pubblicazioni dell’Accademia Solofra negli anni 1984-1990. È tra gli autori ed ha curato per i Lions di Solofra la pubblicazione Sotto le bombe (Solofra, 1996). Collabora con diversi periodici provinciali trattando argomenti di politica e cultura.

Location:
Complesso Monumentale di Santa Chiara - Via Regina Margherita - 83029 Solofra (AV)
Prenota qui

cittadisolofra h100
accademia di teatro
hypokrytes h50