Michael Nyman e Philip Glass: risuonano le note della musica minimalista

Scritto da  , Pubblicato in Musica

Nella "stanza bianca" dell'Accademia di Teatro "Città di Solofra", domenica 4 Dicembre, si è tenuto il secondo appuntamento di Ascolti Emotivi, la sezione di Musica di Lustri curata da Alfredo Micoloni.

Lo scorso weekend il programma di Lustri ha offerto due importanti eventi all'insegna della buona musica: sabato Javier Girotto e Aires Tango in concerto, domenica il secondo appuntamento di Ascolti Emotivi, la sezione di Musica curata da Alfredo Micoloni.

Nella "stanza bianca" dell'Accademia di Teatro "Città di Solofra" nel Complesso monumentale di Santa Chiara, risuonano le note di Michael Nyman e Philip Glass. Dopo la musica new age strumentale per pianoforte, è protagonista la musica minimalista, così definita perchè le strutture ritmiche sono basilari e costituite di pochi elementi, musica e contenuto coincidono. Si inizia con Nyman, considerato tra i maggiori compositori viventi; sono sue le colonne sonore di L'ultima tempesta di Greenaway e A lezioni di piano di Campion. Scorrono le melodie vibranti di Angelfish Decay e Time Lapse da A Zed & Two Noughts, Trysting Fields e Wedding Tango da Drowning by numbers. E' una combinazione di musica folk, elettronica, sacra e classica: una miscela sonora emozionante che si regge su impetuose progressioni di archi, melodie antiche a tratti barocche. La musica acquisisce forza e anima dalla nostra immaginazione, dalla nostra memoria, ispirando immagini profonde e inconsce.

Philip Glass è il creatore della musica minimalista, sua è la colonna sonora del film The Truman Show; è colui a cui va riconosciuto il merito di aver abbattuto le barriere tra la musica d'avanguardia e il pubblico, avvicinando i giovani all'universo della musica colta. Una pulsazione elettronica, incalzante, una musica piacevole, attraente, ma a tratti semplice e ripetitiva quella di Dance 1 e 2 tratte In Upper Room, Kyoko's House e November 25 Morning da Mishima, ma al tempo stesso in grado di risvegliare emozioni sopite, dense e intrise di malinconia. 

Alessandra Durighiello

Ultima modifica ilMercoledì, 07 Dicembre 2016 15:54
Etichettato sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cittadisolofra h100
accademia di teatro
hypokrytes h50