Il paradigma della tessitura. La corretta definizione del politico

Scritto da  , Pubblicato in Filosofia

Risale a qualche anno fa la mia lettura di “La tela del ragno” di Joseph Roth, un romanzo politico degli inizi del Novecento, in cui si pronosticavano l’ascesa del nazismo, la violenza, l’orrore e la devastazione che ne sarebbero conseguite e si prefiguravano quelle trame occulte che continuano a tessersi intorno a noi.

Risale a qualche anno fa la mia lettura di La tela del ragno di Joseph Roth, un romanzo politico degli inizi del Novecento, in cui si pronosticavano l’ascesa del nazismo, la violenza, l’orrore e la devastazione che ne sarebbero conseguite e si prefiguravano quelle trame occulte che continuano a tessersi intorno a noi. È a questo romanzo che va rapido il mio pensiero quando la Sala Archi si riempie di sottili fili di lana tesi che corrono da una parete all’altra, dall’alto verso il basso, annodandosi attorno ad ogni superfice. Siamo mosche impigliate nella ragnatela di abili tessitori. Entrapment.  La performance realizzata da Alfonso Grassi, per la regia di Enzo Marangelo, accompagna il terzo appuntamento delle letture in scena tratte dal Politico di Platone nell’ambito di Genealogia di una città, la sezione di Filosofia di Lustri curata dalla professoressa Lidia Palumbo e dalla dottoressa Piera De Piano, che hanno affidato il commento critico alla professoressa Fulvia de Luise, e si sviluppa parallelamente alla figura platonica del politico tessitore, ponendosi in antitesi.

16107263 723975751102748 6343372778287155252 o

Sembrava che si potesse concordare sulla definizione della scienza politica come arte dell’allevamento di un gregge bipede, di cui il politico ne è il pastore. Nulla di più sbagliato. Lo Straniero di Elea introduce il mito dei cicli cosmici per correggere la valutazione della dimensione dell’oggetto dell’indagine: il politico non è un pastore capace di  occuparsi di tutto ciò che serve per il suo gregge come il pastore divino, perché non è un dio. Inoltre, trattandosi di uomini, non può discorrersi di arte dell’allevamento ma di arte dell’aver cura, suddividendola in base alla costrizione e alla volontarietà. Lo Straniero di Elea – Guglielmo Papa, al fine di correggere il suo precedente errore, prospetta a Socrate il Giovane – Enzo Marangelo, accanto al metodo dicotomico quello paradigmatico. È solo il paradigma che consente dimostrazioni oggettive e soddisfacenti, che consente di uscire dalla condizione del sogno: chi sta dal lato dell’osservazione sensibile, vaga nel mondo oscillante dell’opinione, in cui ciascuno dà forza e validità alle immagini attraverso una forma di adesione puramente soggettiva che consiste nel credere in qualcosa. Per mezzo dei paradigmi si distingue il politico da tutti gli altri che si prendono cura del gregge umano e viene introdotto il paradigma della tessitura.

16112508 723976551102668 2856958194216995777 o

La tessitura è una tecnica finalizzata alla difesa della vita, in particolare del corpo dal freddo ed implica un sapere direttivo. Rispetto, ad esempio, alla cardatura, la tessitura si trova in posizione preminente in quanto il cardatore appronta fili omogenei, di opportuna lunghezza al fine che il tessitore non trovi ostacoli nell’intrecciarli. La tessitura non include ma domina la cardatura, dando indicazioni che guardano al fine, come il signore fa con il servo, il padre con il figlio, il governante con il governato; occupa la posizione della causa, governa l’azione in vista del fine e solo per questo sovrasta tutte le concause, indicando a ciascuna a quale fine deve volgere la sua tecnica specifica. Il tessitore e quindi il politico è in grado di pensare quella che è la giusta misura, ossia il modello di riferimento per valutare il più e il meno in senso assoluto, come un difetto o un eccesso che va biasimato, e dunque domina l’intreccio nel suo insieme non lasciandosi confondere. Questa sua separatezza gli consente di essere un riferimento per gli altri.

Alessandra Durighiello

15937112 723976364436020 8965245037839444419 o

Ultima modifica ilLunedì, 16 Gennaio 2017 22:02
Etichettato sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cittadisolofra h100
accademia di teatro
hypokrytes h50